25 set 2022

Ma che buon profumo c'è qui!

Carissimi, sono veramente tante le persone che nel corso degli anni ho incontrato, e che mi hanno raccontato di aver sentito in casa loro, o in macchina, il “buon profumo" dello Spirito di Swami proprio nei momenti in cui avevano bisogno del suo aiuto.
Questo è ciò che è accaduto, in una stanza di ospedale, alla persona che ha inviato questa testimonianza alla nostra Chiesa.

 « Avevamo programmato di andare in vacanza per alcuni giorni, fermandoci da mia figlia Marie a Lione, e di riprendere poi la strada verso Rosas la mattina successiva.
Ma verso le 2 di notte un violento dolore all'addome mi ha svegliata e sono stata malissimo fino al mattino.
Il medico del Pronto Soccorso mi ha detto che dovevo andare in Ospedale il prima possibile.
Il mio pensiero è stato di chiedere aiuto a Swami e ho avvisato una carissima amica di telefonare immediatamente ai Ramia della Chiesa Anima Universale per chiedere aiuto a Swami.
Giunta all'ospedale di Bourgoin  mi hanno diagnosticato : litiasi nel fondo della colecisti e cistifellea molto infiammata.
Il chirurgo era preoccupato per una possibile migrazione di litiasi verso i dotti epatici con possibilità di scatenare la pancreatite.
In questo caso una operazione immediata sarebbe stata inevitabile.
Io avevo in me la fede e la certezza di essere aiutata, la preghiera e la benedizione di Swami mi avrebbero dato forza.
Ero serena perché sentivo che Swami era vicino a me, e quando un'infermiera entrando nella stanza mi ha detto “ma che buon profumo c'è qui!"... ho sorriso perché io sapevo che quel profumo era la manifestazione della  dolce Presenza di Swami che mi avvolgeva in un Amore infinito nel quale mi sono abbandonata.
La mattina dopo il chirurgo mi ha detto che lo stato infiammatorio non era cambiato e, nonostante le preoccupazioni del giorno prima, la litiasi si era stabilizzata, come se fosse congelata; l'intervento di Swami mi ha permesso di lasciare l'ospedale durante il giorno per tornare a Besançon, per un intervento chirurgico d'urgenza.
Il lunedì mattina, sono andata dal mio medico curante che ha subito provveduto al ricovero immediato.
La diagnosi confermava che un intervento doveva essere eseguito il prima possibile per evitare complicazioni: nel pomeriggio era prevista l'asportazione della cistifellea.
“Casualmente”... per ben due volte la mia operazione è stata rinviata per altre emergenze e, “guarda caso”, fui posta sul tavolo operatorio proprio nel momento in cui stava per iniziare la preghiera serale celebrata dai Ramia in diretta sulla pagina facebook di Swami.
Era appena accaduto che, mentre il barelliere mi conduceva in sala operatoria, la dolce sensazione della mano di Swami che prendeva la mia aveva invaso tutto il mio essere con un calore benefico. Mi sentivo come nella bambagia, protetta, inondata dal suo Amore.
Poco prima dell'anestesia, ho sentito come una piuma che mi sfiorava il viso... ero certa che si trattava della dolce carezza del mio amato Maestro che mi accompagnava in questo momento difficile; poi l'anestesista mi ha detto “dai che andrà tutto bene, respira e vai nel posto che ami di più al mondo"...
Indovinate dove sono andata...
Con il mio cuore ero a Leini, nel Monastero di Anima Universale.
Il chirurgo ha chiamato mia figlia verso le 22:00 per dire che l'operazione era andata bene...
Non chiediamoci perché, due volte, l'operazione è stata posticipata… perché in effetti questo intervento è avvenuto proprio durante la Preghiera della Sera, in connessione con Swami.
Sia all'ospedale di Bourgoin che di Besançon, sono rimasta molto commossa dal lavoro che il personale medico fa per i malati... e anche di quello di mia figlia Aline, che è infermiera e mi ha sempre seguita con amore, e ha ricevuto i complimenti dal chirurgo per la sua professionalità.
Ho voluto dare questa testimonianza perché la mia Fede in Dio e la Forza della Preghiera mi hanno sostenuta aiutandomi a superare questa esperienza dolorosa.
Le mie parole sono molto deboli rispetto alla Grazia che ho ricevuto e a tutti i Miracoli che sono avvenuti nella mia famiglia.
Dal profondo del mio cuore, tutta la mia gratitudine a Te, Swami Roberto, Vita mia, Tu sempre presente al mio fianco.»

6 settembre 2022
Joséphine Finocchiaro

---
« Nous avions prévu de partir quelques jours en vacances, en faisant une halte chez ma fille Marie à Lyon, et de reprendre la route vers Rosas le lendemain matin.
Mais pendant la nuit, vers 2h, une violente douleur dans l’abdomen m’a réveillée et j'ai été très mal jusqu'au matin. Le médecin des Urgences m'a alors dit que je devais me rendre au plus vite à l’hôpital.  
Ma pensée était de demander de l’aide à Swami et j’ai fait avertir une amie très chère pour qu’elle téléphone immédiatement aux Ramia de l'Église Anima Universale pour demander de l'aide à Swami.
Quand je suis arrivée à l’hôpital de Bourgoin, on m'a diagnostiqué : lithiase dans le fond vésiculaire et vésicule biliaire très enflammée.
Le chirurgien restait inquiet d’une migration lithiasique vers les canaux hépatiques avec possibilité de déclencher une pancréatite.
Dans ce cas une opération immédiate était inévitable.
J’avais en moi la foi et la certitude d’être aidée, la prière et la bénédiction de Swami allaient me donner la force.
J’étais sereine car je sentais que Swami était auprès de moi, et lorsqu’une infirmière rentrant dans la chambre me dit « mais qu’est-ce que ça sent bon ici ! »... j’ai souri car je savais que ce parfum était la manifestation de la douce Présence de Swami qui m’enveloppait d’un Amour infini dans lequel je me suis abandonnée.
Le lendemain matin, le chirurgien m’annonce que l’état inflammatoire n’a pas évolué, et malgré les inquiétudes de la veille, la lithiase est stabilisée, comme figée sur place ; l’intervention de Swami m’a permis de sortir de l’hôpital dans la journée afin de rentrer sur Besançon, pour une intervention chirurgicale en urgence.
Dès le lundi matin, visite chez mon médecin traitant qui aussitôt fait les démarches pour une hospitalisation immédiate.
Le diagnostic confirme qu’une opération doit être réalisée au plus vite afin d’éviter des complications : une ablation de la vésicule est programmée pour l’après-midi.
« Comme par hasard », par deux fois mon opération a été reportée en raison d'autres urgences et, « comme par hasard », on m’installa sur la table d’opération au moment où la prière du soir, célébrée par les Ramia en direct sur la page facebook de Swami, allait commencer.
Or... il venait de se passer que, pendant que le brancardier me conduisait vers la salle d’opération,  la douce sensation de la main de Swami prenant la mienne envahit tout mon être d’une chaleur bienfaisante. Je me sentais comme dans du coton, protégée, inondée de son Amour.
Juste avant l’anesthésie, j’ai senti comme une plume effleurant mon visage... j'étais certaine que c'était la caresse de mon bien-aimé Maître qui m’accompagnait dans ce moment difficile ;  puis l’anesthésiste me dit « allez, tout va bien se passer, respirez et allez dans l’endroit que vous aimez le plus au monde »…
Devinez donc où je suis partie...
Avec mon cœur j'étais à Leini, dans le Monastère de Anima Universale.
Le chirurgien a appelé ma fille vers 22h pour dire que l’intervention s’était bien passée…
Ne cherchons pas pourquoi, par deux fois, l’opération a été décalée…  car en fait, cette intervention a eu lieu justement pendant la Prière du soir, en connexion avec Swami.
Que ce soit à l’hôpital de Bourgoin ou de Besançon, je reste très touchée par le travail qu’effectuent tout le personnel médical vis-à-vis des malades... et aussi par le travail de ma fille Aline, qui est infirmière et m'a toujours suivie avec amour, et qui a reçu les compliments du chirurgien pour son professionnalisme.
Je tenais à faire ce témoignage car ma Foi en Dieu et la Force de la Prière m’ont soutenue, en m'aidant à dépasser cette expérience douloureuse.  
Mes mots sont bien faibles en regard de la Grâce que j’ai reçue et de tous les Miracles qui ont eu lieu au sein de ma famille.
Du plus profond de mon cœur, toute ma gratitude à Toi, Swami Roberto, Vita mia, Toi toujours présent à mes côtés.»

6 septembre 2022
Joséphine Finocchiaro

12 lug 2022

Trenta Anni di Sacerdozio

I miei cari confratelli 💓💓 ...

« 12 Luglio 1992. Dieci anni prima l’Italia aveva vinto uno storico Mondiale di calcio, forse il più bello.
Cinquecento anni prima Cristoforo Colombo stava per partire per la più grande scoperta che quell’anno avrebbe aperto le porte del Nuovo Mondo.
12 Luglio 2022: trent’anni dopo, due Monaci di Anima Universale sono ancora in viaggio… ma con una differenza.
Ci siamo resi conto oggi che il giorno della nostra consacrazione qualcuno ci aveva già regalato all’istante “il Nuovo Mondo” senza bisogno di viaggiare e un premio che vale più di un mondiale: la presenza e la guida di Swami nelle nostre vite.
L’unica cosa che ci resta da fare è, con la nostra missione sacerdotale nella Chiesa Anima Universale, cercare di continuare a restituire questi immensi doni ricevuti trent’anni fa.
Siamo ancora in debito… Grazie!

Ramia Franco e Ramia Paolo.»

19 giu 2022

Non ero più io che guidavo...

Condivido con voi questa testimonianza:

« Mio marito Michel ed io stavamo tornando da un soggiorno in Occitania (nel Sud della Francia) il sabato del “lungo” weekend di Pentecoste.
Sapevo che le strade sarebbero state molto trafficate e avevo chiesto con tutto il cuore la protezione di Swami per il nostro viaggio.
Stavamo percorrendo l'autostrada a tre corsie, con traffico intenso, in direzione Valence.
Michel si era addormentato accanto a me (noi ci alterniamo alla guida).
Ero nella corsia centrale, e stavo sorpassando un mezzo pesante. E all'improvviso ho visto accendersi la freccia sinistra del camion... e il camion mi ha tagliato la strada... stava per sorpassare un altro camion e non mi ha visto!
Non ho avuto nemmeno il tempo di frenare per evitarlo... era inevitabile la collisione...
Ma tutto ad un tratto... non ero più io che guidavo... era come se un pilota di Formula 1 avesse preso il volante, di colpo lo avesse sterzato violentemente verso sinistra, schivato il camion, raddrizzato l'auto (che, sbilanciata, avrebbe potuto urtare il guardrail), tutto questo senza che ci fosse alcuna macchina a sinistra che avrebbe potuto essere urtata... ed infine riportando l'auto tranquillamente sulla corsia di destra... Michel non si era nemmeno svegliato...
Sono rimasta a lungo in un incredibile stato di calma...
Poco dopo, guardando nello specchietto retrovisore, ho visto il camion brillare con tutte le luci accese... l'ho sentito come un “Alleluia” da parte dell'autista...
Senza questo intervento divino saremmo stati uccisi sul colpo, o comunque feriti gravemente... e sicuramente altre auto sarebbero state danneggiate...
Ho 77 anni… quindi… possa questo tempo “in più” nella mia incarnazione, dato dalla Grazia della Protezione e dell'Aiuto di Swami… permettermi di servire Dio sempre di più e meglio. Questa è la mia preghiera. Con la mia infinita Gratitudine, Grazie Swami.»

14 giugno 2022
Monique Guillemin-Soler

24 dic 2021

Testimonianza di Daniela e Massimo

Desidero conservare nel mio blog questa testimonianza pubblicata su facebook:

« Due giorni fa verso le 16:30 il papà Guerrino, 94 anni, improvvisamente ebbe un crollo e perse conoscenza, iniziarono dei sussulti concitati e sembrava stesse per mancare.
Daniela, mia sorella lo chiamava ripetutamente e lo smuoveva ma niente, non si svegliava. Il suo viso era bianchissimo, occhi cerulei e le labbra di un colore violastro.
Vista nessuna reazione Daniela invocò il Maestro Roberto: “aiutami ti prego” con insistenza.
Dopo pochi attimi Guerrino si svegliò, ed il suo viso tornò ad avere un colorito rasserenante e chiese del cibo.
Sono passati due giorni ma Guerrino ha ripreso a vivere tranquillamente e in salute.   
Grazie infinite a te Swami per il Tuo Divino aiuto, per il tuo amore che non ha limiti e confini.
Grazie, grazie, grazie, ti vogliamo un mondo di bene.
Daniela e Massimo.»

8 set 2021

Mi ricordo che...

Passando vicino all'Istituto delle suore di Trissino, mi è tornato in mente un fatto successo più di trent'anni fa:

Mi trovavo a Vicenza, per partecipare ad una preghiera guidata da Roberto (Swami).
La Superiora del mio paese volle venire anche lei, per curiosità, perché aveva sentito parlare di lui da tanta gente.
Terminata la preghiera, Roberto stava andando via, insieme alla signora Adelfina Bertacche che lo accompagnava.
La Superiora riuscì ad avvicinarsi a Roberto per parlargli e lui, che era di fretta, senza lasciarla parlare subito le disse: “Metta pace in quella casa”.
La Superiora rimase come fulminata, e vidi che si mise a piangere...
Successivamente venni a sapere proprio da lei che tra le consorelle dove aveva l'asilo, c'era un marasma, e quello era proprio il suo problema.
E allora, quando Roberto le disse quelle parole, senza averla mai conosciuta prima, lei rimase esterrefatta.
Dopo un po' di tempo, quando lei venne a sapere che io stavo per andare da Roberto a Leinì, si presentò dove lavoravo per darmi una lettera da consegnargli.
Io portai la lettera in casa a Leinì, dove abitava Roberto, e la lasciai lì, perché c'era la preghiera e lui era già in Chiesa.
Quando il pomeriggio tornai in casa, vidi che la lettera era ancora nello stesso posto (e non era stata aperta).
Non appena vidi Roberto, subito mi disse di riferire alla Superiora tutta una serie di cose.
“Non hai neanche letto la lettera...”,
gli dissi io.
“Non ho mica bisogno di leggerla”, mi rispose lui.
A quel tempo io già avevo toccato con mano la grandezza di Swami, e ciononostante rimasi comunque profondamente colpito dall'accaduto: Swami mi aveva dato la risposta senza neanche guardare la lettera!
Quando tornai a casa glielo dissi alla Superiora: “Roberto mi ha dato la risposta senza neanche leggerti”.
Qualche tempo dopo, quando Roberto venne a Trissino, a casa mia, la Superiora volle venire anche lei da me, con un'altra sua consorella, per ringraziare Roberto per i preziosi consigli ricevuti.

Anche oggi, che sono già trascorsi quasi 40 anni da quando l'ho conosciuto, Swami continua a sbalordirmi, come mi ha sbalordito quella volta.

19 mag 2021

Il chirurgo era esausto

Questa testimonianza, che condivido con voi qui di seguito, mi ha fatto ricordare un celebre passaggio della seconda Lettera ai Corinzi che si può riassumere con queste parole: "è il Padre nostro che opera meraviglie proprio attraverso la nostra debolezza" (cf. 2Cor 12,9ss).
Ecco la testimonianza:

Non c’è stato un solo giorno del mio calendario, nel quale non abbia avuto conferma dell’incessante miracolo che Dio è nel mio cuore, con Swami che tiene stretta la mia mano in questo sentiero meraviglioso e ignoto della vita!
Svolgo sempre il mio lavoro di Odontoiatra con dedizione, cosciente della responsabilità nei confronti delle persone che ricevono le mie cure, e sempre ho lottato con le mie inquietudini per le difficoltà del mio lavoro, a volte con preoccupazioni e sofferenze ingestibili.
Swami, entrando nella mia vita ha reso il mio cuore leggero e forte, nonostante la mia mente fosse incerta e affaticata.
Ricordo di un giorno in particolare, dove insieme al chirurgo che collabora con me, alla fine di una serie di interventi chirurgici non semplici, l’ultimo presentava difficoltà importanti e il chirurgo era esausto.
Mi sono girata, ho guardato la foto di Swami e gli ho chiesto di intervenire in nostro aiuto!
Con grande sorpresa del chirurgo, il dente che sembrava fosse fuso con l’osso, è venuto via come se fosse nel burro!
Il chirurgo mi ha guardato negli occhi sorpreso, io ho guardato Swami e ho sorriso…
In realtà posso testimoniare che il miracolo che Swami è nella mia vita lavorativa, e non solo, si manifesta in tutte le forme possibili; e ogni giorno, consapevole della Sua presenza, rendo gloria a Dio per questo dono incommensurabile!

Dott.ssa Nadia Marrazzo, Ostia (Roma)

9 feb 2021

Swami: la voce universale dello Spirito

Condivido con voi un simpatico aneddoto raccontato da Noëlle; anche i nostri fratelli animali se ne intendono 😃 ...

« Da 15 giorni ho una cagnolina di 3 mesi che si mette ai nostri piedi per il tempo della preghiera che si celebra tutte le sere, in diretta sulla pagina Facebook di Swami.
Ieri sera (domenica 7 febbraio), come al solito, lei era sdraiata e dormiva, ma non appena Swami ci ha fatto la sorpresa di cantare, si è alzata davanti allo schermo del nostro tablet, con le orecchie dritte come dei radar, muovendo la testa a destra e a sinistra e cercando come di entrare nello schermo.
Noi abbiamo smesso di cantare per permetterle di sentire meglio la voce di Swami.
Lei faceva le feste, tutta contenta.
Poi, quando Swami ha finito di cantare, si è sdraiata di nuovo.        
Noi eravamo molto emozionati, per aver assistito a questo momento magico.
Ringrazio enormemente Swami per questo meraviglioso incontro, dove la nostra cagnolina ha ricevuto anche lei, di sicuro, una grande benedizione.
Un immenso grazie a Swami per tutte le benedizioni straordinarie che noi riceviamo in ciascuna delle preghiere che voi celebrate, carissimi Ramia.»

(Noëlle Barcelli, e-mail di lunedì 8.2.21)


1 nov 2020

L'Amore va oltre il tempo e lo spazio

Carissimi, oggi ricorre l’anniversario della mia consacrazione sacerdotale.
Sono trascorsi 30 anni da quando ho pronunciato il mio sì a Dio e ho iniziato con entusiasmo una nuova vita da monaco Ramia, intraprendendo così un servizio di Amore per il Cristo, in ogni persona che ho incontrato. 
Da allora, il tempo è passato veloce, perché quando si ama si va oltre il tempo.
Infatti gli insegnamenti illuminanti di Swami, la preghiera e le mie esperienze pastorali, mi hanno fatto vivere l'Amore sublime che, per l'appunto, va oltre il tempo e gli acciacchi dell'età.
Ringrazio immensamente Swami Roberto che è stato il divino artefice della mia trasformazione di vita, e non Lo ringrazierò mai abbastanza per tutte le grazie delle quali sono stato e continuo ad essere testimone.
Grazie Swami! 

E oggi, in modo speciale, il mio pensiero vola alto nel Cielo di Dio per abbracciare il mio meraviglioso confratello ramia Mauro, che da poco più di sette mesi veglia sulla nostra Chiesa da Lassù... e che proprio oggi sta festeggiando, nella gloria dei Santi, quello che sarebbe stato, qui sulla terra, il suo 28° anniversario di consacrazione.
Ti raggiunga, ramia Mauro, la mia carezza di amore... unitamente a quella di ramia Diego che insieme a te, 28 anni fa, è diventato Sacerdote di questa nostra Chiesa... e anche a quella di ramia Agnese, che ha pronunciato il suo sì al Signore il 1° novembre di 23 anni fa.
Tutti noi Ramia ti amiamo dal profondo del cuore.
Gloria a Dio!

13 ott 2020

Grazia ottenuta

In questo mio blog, nel quale vi parlo di Swami, oggi do voce ad un’altra testimonianza, ricevuta per e-mail :

« Desideriamo ringraziare il nostro amato Swami Roberto per la grazia ottenuta per nostro figlio, pilota a Dubai, il quale, licenziato per riduzione drastica di personale di volo, ha trovato dopo pochi giorni un nuovo importante lavoro, ad Abu Dhabi.

Le nostre accorate preghiere sono state ascoltate da Swami, il quale è intervenuto con amore.

Grazie divina Provvidenza, grazie Swami.
Con tutta la nostra gratitudine.

Gabriella e Alberto »

1 ott 2020

Una devota di Swami Roberto racconta...

Elvira Viganò desidera testimoniare attraverso il mio blog una Grazia immensa che Swami ha fatto per lei.

« Il 20 agosto 2020, mi sono resa conto quanto sia facile passare dalla vita alla morte in un attimo. C’è da meditare.
Tarda mattinata: Otti, la mia bassottina, mi chiede di uscire in giardino, io mi siedo su una poltroncina sul pianerottolo e lì mi addormento. Mi risveglio in giardino, con tanto sangue da tutte le parti e su di me: nel sonno mi sono mossa e sono precipitata dalla scala. Arriva l'ambulanza e mi portano in Ospedale.
Nel tragitto il mio pensiero va a Swami Roberto, pregandolo di aiutarmi. L'ho tanto invocato!
La diagnosi è di trauma cranico, e dalla TAC si evidenzia pure un versamento interno.
E qui il mio amato Maestro interviene.
Infatti il giorno dopo, dalla seconda TAC alla testa, la macchia sul cervello è sparita. 
Tu, Swami Roberto, sei venuto in mio aiuto.
Ti ho sempre sentito vicino e anche la mia mai interrotta serenità è la prova della tua presenza.
Il 10 settembre ultima TAC. “Non si osservano emorragie, ne lesioni espansive intracraniche”.

Grazie Swami

Elvira Viganò Tosi »

2 set 2020

Il cuore compassionevole di Swami

Da sempre Swami accoglie tutti con Amore compassionevole, e da Lui si effonde la forza soprannaturale che non solo colma di grazie e benedizioni la vita delle persone che chiedono il Suo intervento, ma si prende cura anche degli esseri appartenenti al regno animale e vegetale, di cui Egli sente l’essenza vitale e il bisogno di aiuto.

Percependo le richieste di chiunque invochi il Suo soccorso, Swami interviene spiritualmente per allontanare il male e alleviare la sofferenza... e anche per dissolvere quei blocchi che, a livello karmico, possono ostacolare l’evoluzione spirituale verso la salvezza.

In ogni attimo della sua divina incarnazione, il cuore compassionevole di Swami rende così visibile il “volto” misericordioso di Dio, pulsando di amore per ogni essere vivente.  

24 giu 2020

Onnipotenza, e non prepotenza

Non avrebbe nessun senso credere ad un Dio prepotente, che non rispetta l'umana libertà... perché Lui è, invece, l'Onnipotente che sempre “bussa” alla nostra porta... in attesa che Gli permettiamo di “entrare” e quindi di agire nella nostra vita.

Difatti io conosco il suo divino Potere... che ha compiuto meraviglie per me e per i miei cari… da quando Swami Roberto mi ha insegnato ad aprire a Lui la porta della mia fede.

6 mag 2020

Quale santo avrà questa donna?

Tra i fatti accaduti negli anni in cui Swami Roberto era ancora un ragazzino, e che mi sono stati raccontati da Gianna Battistella, ce n’è uno che riguarda la signora Ginetta di S.Zenone, in provincia di Treviso. Trascrivo qui di seguito le parole di Gianna.

Ginetta aveva una grossa operazione da affrontare.
Lei conosceva Roberto da diverso tempo e si rivolse a Lui per chiedergli un consiglio su cosa doveva fare, perché i medici avevano lasciato a lei la decisione se sottoporsi o no all’operazione: loro le avevano detto che la sua situazione richiedeva un lungo intervento di diverse ore, e non le assicuravano che sarebbe rimasta in vita.
Roberto le disse: “Vai tranquilla, pensami, e io seguirò i medici durante l’intervento”, e così lei è partita per andare all’ospedale e farsi operare.
In quei giorni Roberto si trovava a Torino.
Ginetta fu operata. Io avvisai Roberto dicendogli che non sapevo ancora nulla dell’esito dell’operazione.
Lui mi rispose: “Ti dirò io com’è andato l’intervento. Prima di tutto le hanno dato molta anestesia, perché pensavano che ci volessero 4-5 ore, mentre in 2 ore e mezzo l’hanno operata, sicché ti devo dire che tutto è andato bene.
Però c’è una cosa da aggiungere. Ginetta crederà che sia stato un professore che l’ha operata, mentre invece è stato un altro”
.

4 apr 2020

In questo giorno benedetto

Oggi, nel giorno benedetto in cui celebro il decimo anniversario della mia consacrazione sacerdotale nella Chiesa Anima Universale, sento nel cuore i “battiti” di un'infinita gratitudine per Swami, che ha riempito la mia vita con il dono della certezza di Dio, insegnandomi anche ad amarLo e a servirLo nel mio prossimo.
È per tanta grazia che io “Benedirò il Signore in ogni tempo, sulla mia bocca sempre la sua lode” (Salmo 34,2)

Ramia Virginia

3 apr 2020

Collaboratori di Dio, non arrendetevi!

In questo periodo difficile in cui il contagio rischia di passare da persona a persona… è assolutamente importante farsi collaboratori di Dio con la preghiera chiedendogli di far invece passare, da persona a persona, la Luce della sua divina Benedizione che allontana il male.

Ogni sera, alle 21, ciascuno di noi può contribuire a questa trasmissione di bene unendosi ai miei confratelli Ramia che pregano in diretta sulla pagina facebook di Swami Roberto.

Coraggio!… perché è attraverso la preghiera che ci facciamo “trasmettitori” di Luce divina e di Amore, per il bene nostro e dell’umanità.

27 mar 2020

I toccanti pensieri rivolti a ramia Mauro da Don Antonio Tarzia e da Padre Fulgenzio Cortesi

Ci tengo anch'io a conservare in questo mio blog i toccanti pensieri rivolti a ramia Mauro (19.03.1967 - 16.03.2020) da Don Antonio Tarzia, già direttore delle Edizioni Paoline e del mensile Jesus, e da Padre Fulgenzio Cortesi, missionario passionista e fondatore del Villaggio della Gioia per gli orfani e i bambini di strada della Tanzania.

«Ramia MAURO Giuseppe, che hai accettato di celebrare in cielo, con gli Angeli del Signore, il tuo onomastico e compleanno, ogni augurio di gloria. Grazie del tuo sorriso che ci hai lasciato, come segno distintivo di fede, di onestà di vita e di certo e sicuro cammino verso il Padre. Noi uniamo le nostre umili voci al tuo Santo Santo Santo dei cori angelici. Tu impegnati a chiedere salute e guarigione per il Popolo Italiano, così tragicamente provato da questo virus. Arrivederci in Cielo.»
Don Antonio Tarzia

19 mar 2020

Ramia Mauro, amato confratello...

Lo scorso 1° febbraio, quando Swami ha pubblicato sulla sua pagina facebook questa foto, che io avevo colto come uno speciale istante proveniente dal passato, non potevo immaginare che mi anticipasse un futuro che già adesso è realtà:
Nell'eterno presente di Dio... tu, ramia Mauro, amato confratello, adesso vegli sulla meravigliosa Chiesa che abbiamo costruito insieme, e che insieme continuiamo e continueremo a costruire.

P.S. - Ecco il link alla foto nella pagina Facebook "Swami Roberto"

18 mar 2020

Dal Cielo della Beatitudine di Dio...

Immersi nel dolore, condividiamo con voi una tristissima notizia. Nelle prime ore del mattino di lunedì 16 marzo, nel suo letto durante il sonno, a causa di un malore improvviso, Ramia MAURO ha concluso la sua vita terrena, lasciando nel cuore di tutti noi e dei suoi cari familiari un vuoto incolmabile.

27 feb 2020

Come i grani di un grande Rosario

Cari amici, in questo periodo particolare è veramente tanto il bene che possiamo fare quando, uniti dal “filo” della nostra Chiesa, Anima Universale, tutti insieme (CIASCUNO DA CASA PROPRIA) sappiamo essere un po' come dei grani che formano un grande Rosario di preghiere alla Madonna.
Coraggio perché, come si suol dire, “l’unione fa la forza”… nel chiedere alla Divina Madre della salute di riportare la salute sulla terra.

5 feb 2020

La Divina Provvidenza secondo Swami Roberto

« Al centro della lectio domenicale di Swami Roberto del 26 gennaio, vi è stata la Divina Provvidenza, definita “Madre misericordiosa”, “Madre generosa”, “Madre saggia” e “Madre premurosa”.
Sono tutte accezioni al femminile, atte ad esprimere il lato più intimo, interiore di Dio che è sì padre autorevole e paziente, ma al contempo amorevole e sensibile... » 

Per leggere l'articolo completo del giornalista Annunziato Gentiluomo (pubblicato su “ArtInMovimento Magazine”) puoi cliccare questo link: “La Divina Provvidenza secondo Swami Roberto

29 gen 2020

Come tanti ruscelli

Cari amici, mi piace immaginarvi come tanti ruscelli che... convogliando la “corrente” d'amore che proviene dalla divina Sorgente di Swami... “irrigate” la vita delle persone che incontrate.
Coraggio, perché è “dando da bere (amore) agli assetati”, che serviamo il Signore (Mt 25,1ss).

16 gen 2020

“Il Signore è assiso sulla tempesta”

Il Darshan donato da Swami Roberto domenica scorsa... è stato raccontato così dal giornalista Annunziato Gentiluomo su “ArtInMovimento Magazine”:

Un’altra domenica, quella del 12 gennaio scorso, veramente speciale al Tempio di Anima Universale a Leinì (TO), un dono per iniziare alla grande questo nuovo anno. Dopo una breve invocazione del Divino Avatar, Gesù Cristo, affinché porti protezione, infonda sicurezza e serenità, Swami Roberto giunge sull’altare e inizia il suo darshan. Ho percepito subito un’intensa energia. Onde fortissime, facilmente distinguibili ai miei sensi educati ai corpi sottili. Armoniche trascendentali che investivano il mio corpo facendolo dondolare in unione con lui. Che forza il suo campo energetico! Ho distinto pienamente il suo potere trasformatore e soprattutto il suo essere messaggero divino di conoscenza e speranza… (Continua a leggere)

1 gen 2020

Alcuni giorni fa...

Alcuni giorni fa mi ha colpito molto l'intervento di un fedele della nostra Chiesa, Alessandro Matarozzo, che sulla pagina facebook di Swami ha fornito la sua personale risposta alle domande poste da un giornalista.
Dal suo punto esterno di osservazione, questo giornalista rilevava nei fedeli della nostra Chiesa un'apparente mancanza di “spirito di Chiesa”, cioè di “spirito di appartenenza”, oltre alla tendenza a non considerare i sacerdoti come guide importanti e sacre... e così ha chiesto:
“Se lei Swami non ci fosse… i sacerdoti Ramia verrebbero seguiti?
Ci sarà un giorno il Cristianesimo ramirico?”.

Ecco qui di seguito la risposta data da Alessandro:

25 dic 2019

Santo Natale 2019


“L’oscurità della notte si fa luce per il tuo spirito: è Cristo!
È Cristo che, nascendo, viene a portare la vera pace
nel tuo mondo interiore.”
(Swami Roberto)

9 dic 2019

Miryam, Madre della Vittoria


Oggi condivido con voi l'articolo scritto dal giornalista Annunziato Gentiluomo per raccontare la sua esperienza al Darshan che Swami Roberto ha donato ieri, nel giorno dell'Immacolata :

Ho fatto di tutto per poter essere presente domenica al Tempio di Anima Universale di Leinì (TO) per celebrare i due anni dal primo incontro con Swami Roberto e per vivere lì la Festa dell’Immacolata Concezione… (Continua a leggere)

3 dic 2019

"Voi siete dei, siete tutti figli dell'altissimo", per prepararci al Natale... grazie Swami Roberto!

Su “ArtInMovimento Magazine”, il giornalista Annunziato Gentiluomo racconta così il Darshan donato da Swami la scorsa settimana:

Domenica 24 novembre riesco a tornare al Tempio di Anima Universale a Leinì (TO) e come sempre mi sento a casa fin da subito. Mi siedo accanto ai miei amici Davide, Lucia e Annamaria in seconda fila e da lì posso vivere con intensità il darshan che da lì a poco inizia. Dopo la breve introduzione dei Ramia, dove si richiede il soccorso e la protezione di Dio, fa il suo ingresso, sempre luminoso e pieno d’amore, Swami Roberto... (Continua a leggere)

29 nov 2019

C'era una volta

Mi ricordo che... c'era una volta la “fedeltà alla parola data”, tant'è vero che i contratti si stipulavano con una stretta di mano.
Anche se gli uomini l'hanno ormai lasciata andare in disuso, questa “legge” continua ad essere valida per Dio.
Infatti, dopo che nella mia vita Lui mi ha dato la sua Parola, rivelandomi la profondità unica degli insegnamenti spirituali che ho trovato nella mia Chiesa… adesso a me “basta” mantenere la mia parola fedele alla Sua, per percorrere la via della mia realizzazione spirituale.

13 nov 2019

Memoria e fede

In questo audio potete ascoltare l’intervento che ramia Davide Ghirardello, monaco e psicologo, ha effettuato nel nostro Tempio a Poggiana nel corso del Darshan di domenica scorsa, durante il quale lui ci ha parlato della relazione tra memoria e fede mettendo tra l’altro in rilievo la “grazia doppia” che Dio ci concede quando interviene nella nostra vita liberandoci da un male più grande di noi.
Ho pensato oggi di pubblicare il suo intervento a beneficio di chi… vuole rifletterci un po’ su.
Buon ascolto

16 ott 2019

Non abituiamoci alla grandezza

Quando Swami benedice delle magliette, o delle pezzuole di cotone, Lui non soltanto le benedice, ma addirittura le impregna dell'energia vitale di Cristo.
Poiché Swami non ci fa pesare nulla, e i suoi fenomeni soprannaturali avvengono in modo del tutto naturale, a volte siamo tentati di dare tutto per scontato... per cui, ho pensato di pubblicare questa testimonianza della signora Graziella Dotta, utile a ricordarci quanto Swami si dona a noi.

"Sono andata da lui (Swami Roberto)... nell'estate del 1980, appena appreso da una telefonata che mia madre, Ottavia, anch'essa già insegnante, oggi settantanovenne, era caduta malamente nella sua casa di Savona e giaceva in fin di vita all'ospedale.

23 set 2019

Swami Roberto ci invita a collaborare con Dio...

“Ieri Swami Roberto è stato straordinario. Lo penso ogni volta da più di trent’anni: Darshan dopo Darshan, Swami supera Sé stesso, e già questo è un fatto straordinario di per sé.
Lui dona tutto di Sé nel flusso vitale che ci raggiunge insieme ai suoi Insegnamenti divini, creando spazi di Illuminazione e Resurrezione."
(ramia Riccardo)

Condivido con voi due esaurienti ritratti del Darshan di Swami, dipinti in questi giorni dal giornalista Annunziato Gentiluomo su “ArtInMovimento Magazine”:

- Finalmente anche ieri sono riuscito a tornare al Tempio di Anima Universale di Leinì e a farmi nutrire dai Divini Insegnamenti di Swami Roberto... (Continua a leggere)

-  L’8 settembre scorso riesco a prendere nuovamente parte alla funzione domenicale di Anima Universale a Leinì dopo diverso tempo, date le vacanze estive che, solo fisicamente, mi avevano tenuto lontano da quel luogo sacro. Sono sempre inondato da un senso di pace trovandomi lì... (Continua a leggere